Modello Organizzativo ex D.Lgs.231/01 e L.190/12

Modello di organizzazione e di gestione di cui al Decreto Legislativo 231/01

La Roma Multiservizi Spa, nel Novembre del 2002, si è dotata del Modello di organizzazione e di gestione previsto dal Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, che ha introdotto un regime di responsabilità amministrativa – ma di fatto penale – a carico delle società per alcune tipologie di reati.

Il Modello di organizzazione e gestione, adottato originariamente con delibera del Consiglio di Amministrazione di Roma Multiservizi Spa in data 10 Febbraio 2003, è stato aggiornato ed integrato in relazione agli interventi legislativi succedutisi negli anni, che hanno ampliato la categoria dei reati presupposto della responsabilità amministrativa ex Decreto 231/01, fino ad essere approvato in ultima versione con delibera di Consiglio di Amministrazione in data 16 Giugno 2015.

Il Modello adottato da Roma Multiservizi Spa rappresenta un chiaro segnale dell’azienda in materia di trasparenza e senso di responsabilità nei rapporti interni e con il mondo esterno. La parte generale del modello ed il codice etico sono facilmente disponibili ed accessibili in formato pdf.

In tal senso anche l’apposito spazio web istituito per le segnalazioni all’Organismo di vigilanza di cui al D.Lgs.231/01.

Da ultimo, conformemente alle linee guida dell’ANAC il modello è stato integrato con le previsioni attuative della Legge 190/2012 (cd. Legge anticorruzione).

Allegati:


L’Organismo di Vigilanza

L’Organismo di Vigilanza ai sensi dell’art. 6 D.Lgs 231/01 è stato istituito da Roma Multiservizi con delibera del Consiglio di Amministrazione del 14 Marzo 2003 con il compito, in sintesi, di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza del Modello di Organizzazione e Gestione nonché del Codice Etico adottati dalla società allo scopo di prevenire la commissione dei reati contemplati dal D.Lgs 231/01. Le sue funzioni sono state successivamente riviste nel 2015, con delibera 16.06.2015 del Consiglio di Amministrazione, in occasione dell’approvazione del Nuovo Modello di Organizzazione e Gestione 231.

Le attività che l’Organismo è chiamato ad assolvere possono così essere riassunte:

  • vigilanza sull’effettività del modello attraverso la verifica della coerenza tra i comportamenti concreti ed il modello istituito;
  • disamina in merito all’adeguatezza del modello, ossia della sua reale capacità di prevenire, in linea di massima, i comportamenti non voluti;
  • analisi circa il mantenimento nel tempo dei requisiti di solidità e funzionalità del modello;
  • segnala la necessità di aggiornamento del Modello.

La società Roma Multiservizi, per il tramite del proprio Consiglio di Amministrazione, ha deciso di strutturare l’Organismo di Vigilanza mediante una composizione collegiale come nel seguito:

  • Dott. Pietro Pennacchi
  • Dott. Mauro Lonardo
  • Dott. Daniele Fantacci

Segnalazioni

Il modello di Organizzazione e Gestione di Roma Multiservizi stabilisce la possibilità per il dipendente, di far pervenire all’Organismo di Vigilanza, tramite il proprio superiore gerarchico, qualsiasi segnalazione o informazione relative alla commissione di reati o di fatti e/o comportamenti non conformi alle regole di condotta elaborate dalla società ai sensi del D.Lgs.231/2001.

Gli altri Destinatari del modello di Organizzazione e Gestione di Roma Multiservizi effettuano la segnalazione direttamente all’Organismo di Vigilanza.

Le segnalazioni potranno essere effettuate in forma diretta all’Organismo di Vigilanza utilizzando preferibilmente il form che trovi cliccando sul bottone a piè di pagina, ovvero scrivendo a Roma Multiservizi Spa via Tiburtina 1072 – 00156 Roma – all’attenzione dell’Organismo di Vigilanza 231 – mail 231@romamultiservizi.it.

L’Organismo di Vigilanza valuterà le segnalazioni sotto la sua responsabilità ed in assoluta autonomia.

Dovranno essere inviate esclusivamente le segnalazioni concernenti sospette violazioni del Modello di Organizzazione e Gestione ovvero del Codice Etico di Roma Multiservizi e non già reclami di natura ordinaria quali quelli relativi a rapporti commerciali ovvero di lavoro.

Le informazioni saranno trattate con assoluta riservatezza, ai soli fini previsti dal D.Lgs. 231/2001 e sempre con modalità tali da tutelare e garantire il mittente. A tal riguardo, il Modello di Organizzazione e Gestione – Parte Generale (consultabile all’interno di questo sito), prevede espressamente che:

“I segnalanti in buona fede sono garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione ed in ogni caso è assicurata la riservatezza dell’identità del segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della società o delle persone accusate erroneamente e/o in mala fede.”

Qualora le segnalazioni pervenissero in forma anonima, tenuto conto della delicatezza degli argomenti trattati, l’Organismo di Vigilanza, anche al fine di prevenire eventuali utilizzi strumentali o meramente delatori, si riserva la possibilità di non valutarne il contenuto disponendo l’immediata archiviazione delle stesse.