“Il senso della vita” è il titolo della nuova mostra fotografica con la quale il National Geographic Italia torna al Palazzo delle Esposizioni. Nel corso della vita, breve o lunga che sia, almeno una volta ogni essere umano si pone domande sul senso della propria presenza sulla Terra. E la domanda può trovare mille risposte differenti. Tuttavia, nonostante le inevitabili diversità, alcune sono ricorrenti e brillano come un faro nella notte dell’esistenza: sono l’amore, il lavoro, la pace, la salute, che uniscono le genti, al di là di ogni appartenenza politica, culturale, fede religiosa, colore della pelle. L’affascinante percorso fotografico, con gli scatti dei più grandi fotografi, propone un viaggio per immagini dedicato a questi che sono i valori più importanti e che accomunano miliardi di esseri umani.

La prima “tappa” è rappresentata dall’amore, che i fotografi della Society sanno raccontare in tutte le sue declinazioni: il bacio che si scambiano ragazzi e vecchi, il sentimento che unisce la famiglia e le sue generazioni, l’abbraccio di un padre e di una madre al figlio, il prendersi cura del malato, l’amore per Madre Terra e verso gli animali, tra i quali il sentimento è molto simile al nostro: come disse Darwin, gli animali non solo provano affetto, ma desiderano essere amati.
E poi il lavoro, individuale e di massa, antico e moderno, carico di sudore e di fatica, oppure asettico, freddo, parcellizzato. E comunque sempre dignitoso, perché anche il più umile può dare significato all’esistenza. Perfino quando significa lotta per la sopravvivenza.

La pace viene ricercata nelle immagini che ricordano la storia passata – e tragica – dell’umanità, come nei simboli pacifisti che accomunano miliardi di persone, nelle fotografie che documentano i conflitti di oggi, come in quelle che esaltano l’armonia della natura e il desiderio di essere un tutt’uno con essa.

Infine, cosa chiediamo quando incontriamo una persona cara? “Come stai?”. Una domanda declinata in ogni lingua del mondo, perché la necessità di essere in salute appare a volte una precondizione affinché gli altri valori possano dispiegarsi. E comunque il nostro benessere non è una variabile indipendente dalla salute del Pianeta.

Con questa esposizione, composta da splendide fotografie che riassumono “il senso della vita”, continua dunque a dipanarsi il filo che tiene unite le mostre fotografiche realizzate da National Geographic Italia per la salvaguardia del Pianeta e la sopravvivenza di tutte le specie viventi. Dopo infatti “Acqua Aria Fuoco Terra”, “Madre Terra”, “Il Nostro Mondo” e “I Colori del Mondo”, nella prestigiosa sede espositiva di via Nazionale, fino al 13 maggio 2012, si terrà “Il senso della vita”

Ancora una volta, una mostra composta da splendide immagini che vanno direttamente alla nostra testa e al nostro cuore e che servono a riflettere e a dare un senso alla “propria vita”!