Roma Multiservizi S.p.A. continua nel suo impegno sociale, ispirata da un gruppo di propri dipendenti già in passato volontari in progetti di solidarietà a Roma e in Africa (dal 2004 in Mozambico e dal 2013 in Rwanda). Soprattutto dopo l’esperienza in Rwanda e la partecipazione alla giornata della solidarietà a Simbi, si è sviluppata l’intenzione di agire in maniera efficace e propositiva sul mondo della disabilità: Roma Multiservizi S.p.A. ha fatto propria questa esigenza promuovendo il progetto “Coloriamo insieme il reparto” in collaborazione con l’Istituto Leonarda Vaccari, ente morale di Roma impegnato nell’assistenza a persone con disabilità psico‐fisiche, con cui l’azienda già collabora erogando il servizio di refezione, pulizia e trasporto scolastico.

Racconta un volontario:

“In Rwanda abbiamo imparato ad utilizzare l’espressione
persone che convivono con l’handicap, proprio a voler
significare che tutti conviviamo con i problemi di chi ci sta
vicino. Disability is not inability: l’ultimo sabato di ogni mese
i rwandesi organizzano la giornata della solidarietà alla quale
partecipa tutta la popolazione per realizzare piccoli concreti
progetti di utilità sociale. Tutti partecipano come possono,
anche con una mano sola se hanno solo quella…
In Italia troppo spesso ignoriamo l’importanza della
integrazione delle persone con disabilità ed è da questo
punto che vogliamo muoverci per un nuovo progetto
solidale: il miglioramento della qualità della vita dei degenti
e una maggiore integrazione con la comunità.

La scelta di Roma come sede di questo nuovo intervento non è casuale: in un momento congiunturale così particolare per l’Italia e la sua capitale, si è volutamente scelto di dar rilevanza a quelle realtà positive e buoni esempi di cui troppo poco si sente parlare. Nella prima fase di “Coloriamo insieme il reparto” , Roma Multiservizi S.p.A., i volontari ed i partner di progetto saranno impegnati nel rifacimento del pavimento del secondo piano della struttura, in piccoli lavori di manutenzione e nella tinteggiatura di alcune aree. L’obiettivo è creare un ambiente più accogliente per i degenti ma anche per i visitatori e contribuire a creare sinergie utili a rompere il “muro” che divide il disabile dal resto della comunità.
Roma Multiservizi S.p.A. vuole continuare a mettere in atto buone pratiche anche nel campo della solidarietà, in linea con i principi di cura del bene pubblico che ventuno anni fa portarono alla sua fondazione.